Divina indifferenza

Negli ultimi mesi ho notato quanto la scrittura sia in realtà terapeutica, il distacco dalla cosiddetta “pagina bianca” è stato più duro del previsto, anche perchè scrivere aiuta la mente e liberarsi da tutto ; pensieri inutili si accumulano e non danno spazio a ciò che veramente serve. Via brutti pensieri, bisogna aprire il cervello alle prospettive positive, quelle cose belle per cui ci si alza ogni giorno tralasciando il male e lo schifo immane in cui si è immersi; tale visione negativa è dovuta soprattutto alla gente. Non sono mai riuscita a capirla la gente, mi sono sempre ritenuta abbastanza intelligente: capisco problemi di matematica e geometria, capisco la complicata filosofia di Hegel, ma la gente proprio non la comprendo. 

Solitamente ci si aspetta determinate reazioni dall’essere umano a determinate situazioni, in realtà non vi è nulla di più sbagliato perché impossibile prevedere azioni emozioni o qualsivoglia comportamento,  l’uomo non è razionale. Proprio tale mancanza di razionalità è esasperante, nulla è più estenuante della ridicola psiche umana, i problemi i complessi esistenziali elaborati dalla mente sono quanto mai ridicoli. é aberrante notare come i piccoli individui si preoccupino solo delle piccole cose intorno a loro come se il resto del mondo non esistesse, come se tutto finisse appena varcata la soglia della propria casa. Piccoli ed indipendenti ecosistemi, ecco cosa sono gli essere umani, piccoli e soli insignificanti esseri, privi di prospettiva e di apertura verso il prossimo. Molti sostengono che l’egoismo e l’indifferenza sono propri sopratutto delle grandi città, ciò non è affatto vero, una piccola città è ancor peggio dell’indifferenza, tutti si conoscono tutti si giudicano. Le persone passano la loro giornata a deridere il prossimo, evitando in ogni modo l’autocritica che sarebbe di certo più proficua dell’attacco ad estranei. Eppure basterebbe così poco per allargare un ecosistema, basterebbe poco per rendere felici le persone , per non essere un gruppo di essere soli che convivono su uno stesso pianeta; si mangia insieme, si dorme insieme, ma non si vive insieme.

La visione pessimistica della realtà non è affatto imputabile ad uno stress pre-esami, è un dato oggettivo riscontrabile in ogni situazione, l’uomo attacca il prossimo per salvaguardare se stesso; abbiamo costruito grattaceli e viaggiato nello spazio ma viviamo ancora secondo le leggi della giungla. In tale deprimente condizione è inutile rabbia collera stizza o violenza contro il prossimo, nulla potrebbe mai cambiare perché in realtà nessuno vuole cambiare; riconosciuta questa inevitabile verità consiglio riposo e una divina indifferenza.

Annunci

13 thoughts on “Divina indifferenza

  1. masticone ha detto:

    Che bella persona che sei
    Davvero
    Chapeau

  2. jessica ha detto:

    Pensavo di mettere il vostro logo sul nostro sito con il vostro link per dar modo ai nostri visitatori di conoscere il vostro blog. Cosa ne pensi?

  3. irene ha detto:

    bel servizio, da provare, complimenti per il blog 😉 Continuo a seguirvi, aspetto con ansia nuovi aggiornamenti!!

  4. web site design ha detto:

    Articolo molto interessante questi di sicuro non sono i soliti consigli triti e ritriti grazie per lo spunto.

  5. oreficemichele ha detto:

    Ciao, complimenti per come scrivi e cosa scrivi. Però spero che tu possa incontrare la fede. Da li potresti capire che Dio non è indifferente e che ha mandato suo Figlio a farsi inchiodare sulla croce per noi. Siamo tanti su questa terra ed è facile farsi distrarre dal baccano o da chi urla di più. Poi se si guarda meglio ci sono persone che fanno volontariato, che donano il sangue, che fanno attraversare le strisce alle vecchiette, che si fanno tagliare la testa per portare la parola di Cirsto a chi non l’ha mai sentita. L’uomo ha aveuto tutto da Dio. Può essere tutto. Può essere frate, padre, arma letale, un danzatore leggero. Deve solo scegliere.

    • emmaline90 ha detto:

      La Fede è un dono che forse non riuscirò mai a comprendere davvero… in questo posso ritenermi assolutamente laica credo che le potenzialità dell’uomo sia dovute solo e soltanto all’uomo stesso e non ad un essere superiore. Ho un impostazione scientifica e razionale ciò mi impedisce una visione diversa della realtà, ma non per questo critico chi invece trova risposte nella religione 😀

      • oreficemichele ha detto:

        Anche io sono razionale e molte persone sono arrivate alla fede attraverso la ragione, come Sant Agostino. Bisogna porsi le domande giuste. Perché siamo qui? Da dove veniamo? Ad esempio , l universo. Come è fatto? È un caos oppure c’è un ordine? Chi ha messo quell ordine che oggi scientificamente studiamo? Quando avevo la tua età a lezione di biologia si spiegavano un sacco di cose da dove venivamo e sembravano tutte certe e provate. In realtà crescendo e cercando per fatti miei un sacco di quelle cose non erano per nulla certe e per nulla dimostrate…. Ho continuato a cercare…. Poi Lui ha deciso per me , e questa e’ un’altra storia ma davvero senza Dio i conti non tornano, soprattutto razionalmente.

  6. jessica ha detto:

    Ciao! Vorrei solo dire un grazie enorme per le informazioni che avete condiviso in questo blog! Di sicuro continuero’ a seguirvi|

  7. giulia ha detto:

    Ciao! Vorrei solo dire un grazie enorme per le informazioni che avete condiviso in questo blog! Di sicuro continuero’ a seguirvi|

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...